NVIDIA sviluppa una tecnica di rendering multi-GPU basata su tile chiamata CFR


NVIDIA is invested in the development of multi-GPU, specifically SLI over NVLink, and has developed a new multi-GPU rendering technique that appears to be inspired by tile-based rendering. Implemented at a single-GPU level, tile-based rendering has been one of NVIDIA's many secret sauces that improved performance since its 'Maxwell' family of GPUs. 3DCenter.org discovered that NVIDIA is working on its multi-GPU avatar, called CFR, which could be short for 'checkerboard frame rendering,' or 'checkered frame rendering.' The method is already secretly deployed on current NVIDIA drivers, although not documented for developers to implement.

In CFR, la cornice è divisa in minuscole piastrelle quadrate, come una scacchiera. I riquadri con numero dispari sono rappresentati da una GPU e i numeri pari dall'altro. A differenza di AFR (rendering di frame alternativo), in cui la memoria dedicata di ciascuna GPU ha una copia di tutte le risorse necessarie per il rendering del frame, metodi come CFR e SFR (rendering con frame diviso) ottimizzano l'allocazione delle risorse. Il CFR offre anche presumibilmente una micro-balbuzie inferiore rispetto all'AFR. 3DCenter ha inoltre dettagliato le caratteristiche e i requisiti del CFR. Per cominciare, il metodo è compatibile solo con DirectX (compresi DirectX 12, 11 e 10) e non OpenGL o Vulkan. Per ora è un'esclusiva 'Turing', poiché è necessario NVLink (probabilmente è necessaria la sua larghezza di banda per virtualizzare il buffer di tile). Strumenti come NVIDIA Profile Inspector consentono di imporre CFR a condizione che siano soddisfatti gli altri requisiti hardware e API. Ha ancora molti problemi di compatibilità e non è praticamente documentato da NVIDIA.

Source: 3DCenter.org